YouMum è una piattaforma che si occupa di condividere pratiche di vita naturali e sostenibili attraverso video, ricette, consigli e tanto altro!

Follow me on instagram

+39 3932848056
info@youmum.com

Blog

HomeSave the planetLo sciacquone del water: l’emblema dello spreco

Lo sciacquone del water: l’emblema dello spreco

Se c’è un’azione che rappresenta l’emblema dello spreco, questa è proprio tirare lo sciacquone del water. Cosa c’è di più rassicurante di sbarazzarsi  dei nostri sgradevoli scarti fisiologici semplicemente schiacciando un pulsante? Tirare lo sciacquone  lo facciamo tutti i giorni per almeno 4-5 volte al giorno. Un gesto tanto insignificante quanto sconsiderato. L’acqua è un bene primario  e ogni famiglia in una sola giornata ne spreca 700 litri. Ma è così necessario cullare le nostre feci fino alle fognature in 10 litri di acqua potabile, quando al mondo c’è chi non ha da bere?

I rimedi più immediati sono:

1)      Chi ha lo sciacquone di vecchia generazione può ridurre il getto ponendo nel serbatoio una bottiglia di plastica da un litro piena d’acqua ermeticamente chiusa con il tappo. Il risultato sarà immediato. Con questo semplice accorgimento il consumo d’acqua passerà a 9 litri per getto, offrendo sempre lo stesso servizio. In alternativa, contattate il vostro idraulico -o il tuttofare di casa- per regolare il galleggiante dello sciacquone compatibile ad una capacità minore d’acqua.
2)      Chi ha il sistema a doppio pulsante ha l’obbligo di usarlo con criterio, questo sistema delle moderne vaschette di scarico consente di utilizzare 3 o 6 litri d’acqua con serbatoi separati, ciò fa risparmiare una notevole quantità di acqua, sempre che la quantità utilizzata sia adeguata alla situazione.
3)      Chi ha lo sciacquone a manovella ( a meno che questo non abbia perdite) ha la possibilità di richiuderlo appena necessario e quindi risparmiare acqua.

In tutti e 3 i casi comunque, si può optare per un uso del getto appena accennato. Certo, ciò è poco praticabile con le spedizioni voluminose, ma con i vaglia liquidi si può semplicemente mantenere il pulsante schiacciato, quel tanto che basta a ricambiare l’acqua senza avviare il getto completamente. In questo caso spesso la carta rimarrà a galla perché la pressione non è sufficiente per trascinarla via, ma non credo dobbiate ricevere la regina Elisabetta in bagno e, ad ogni modo, se pensate di essere considerati dei riprovevoli zozzoni mettete un cartello vicino al water che spieghi agli eventuali ospiti  la vostra nobile causa 😉

Ps: se avete una mamma, o un qualsivoglia altro convivente maniaco del pulito, di quelli che addirittura imbellettano il water con i profumatori da wc, potreste negoziare la soluzione spiegando che un’alternativa all’avere la carta igienica in vista c’è, ed è spendere quella manciata di centinaia di euro per installare uno sciacquone ecologico.

A parte gli scherzi, chi potrebbe permettersi la spesa dello sciacquone ecologico ora, avrebbe un risparmio annuo d’acqua di circa 20.000 litri e una consistente riduzione sulla bolletta.
Sono sicura che nella vostra prossima casa penserete ad installarne uno.
Coraggio, all’opera! Cominciate ad allenarvi, per non far scattare lo sciacquone servono lucidità, sensibilità e determinazione!
Piccoli gesti per il bene del mondo…

Baci Verdi

Post a Comment